Trieste

La Trieste di Joyce

La città di Trieste rappresenta per Joyce un luogo importante della sua vita, qui l’autore maturò e si sviluppò mentre l’uomo visse momenti intensi come la nascita dei figli ma anche difficili come le difficoltà finanziarie e le sofferenze legate alle differenze di classe.

Oggi è possibile ancora passeggiare per alcune di quelle vie frequentate dallo scrittore irlandese e già solo attorno alla nostra struttura ci sono molti luoghi che fanno da sfondo al vissuto joyciano. Ne citiamo solo alcuni: via S. Nicolò ospita diverse abitazioni in cui visse lo scrittore e fu sede della Berlitz School dove insegnò per anni; presso il Caffè Stella Polare probabilmente si verificò il famoso incidente in cui, incollerito dalla gelosia, affrontò il prodirettore del quotidiano locale il Piccolo Roberto Preziosi facendolo piangere a causa dei corteggiamenti di quest’ultimo a Nora Barnacle. La passione per la lirica lo portava ad assistere alle rappresentazioni del Teatro lirico Verdi in loggione a causa delle ristrettezze economiche. Infine ricordiamo che la Stazione Centrale è un luogo joyciano di riferimento per l’arrivo e i numerosi ritorni che si susseguirono non solo suoi ma di suo fratello e delle sue sorelle.

Piazza Unità d’Italia

Canal Grande

Attorno alla nostra struttura ci sono molti luoghi che fanno da sfondo al vissuto joyciano.